Una scuola terra terra

Abbiamo allontanato i bambini dagli alberi, dagli animali, dalle nuvole. Non hanno più la terra sotto i piedi. Hanno paura di sporcarsi col fango, diventano allergici ai pollini e ai gatti. Per fortuna c'è chi fa scuola fuori e chi porta la natura a scuola

La politica del sorvegliare e punire

A Pisa come in altre città gli spazi di autogoverno turbano chi amministra. Il parco sgomberato martedì era diventato un luogo di relazioni sociali diverse. Di certo, le idee e le pratiche seminate in quel parco porteranno presto altri frutti

Cento volte nera

Una donna giovane, addetta alle pulizie di un ospedale di Rio, è stata uccisa “per sbaglio” dalla polizia brasiliana. Una tragedia “normale”, che potrebbe diventare il simbolo della violenza di genere e razzista in occasione dei mondiali di calcio

News dalla città dei beni comuni

Soltanto dieci corporation

Tutto ciò che compriamo appartiene a queste multinazionali

Abbiamo trovato una storia

Per cambiare una società serve la potenza di una nuova narrazione

Basta con il neosviluppismo

L'anno scorso s'è visto che questo modello è arrivato al limite

Quattro disegni per colorare Roma

Delibere di iniziative popolare: immobili, acqua, scuola, finanza

La vita inizia Fuoristrada

Un film su Beatrice, carismatica transessuale romana

Rana Plaza un anno dopo

Dacca: un anno fa crollava il Rana Plaza. Azioni contro Benetton

Agnus dei. Smettiamola

La mattanza di Pasqua: vogliamo considerarci amici degli animali?

Prima di buttare, pensaci

Associazioni, gruppi informali, cooperative: riduzione dei rifiuti

La ciclabile non è un parcheggio

C’è un’auto sulla pista ciclabile? Scatta una foto e postala

Dossier

Facciamo il pane insieme

Autoprodurre, mangiare, fare insieme sono parte di quel recupero di iniziativa per la trasformazione della società che non si traduce più in richieste al mercato o allo Stato. Non sono solo i tre temi di un nuovo dossier, ma i contenuti di un vero laboratorio di idee, incontri e pratiche promosso da Comune

Leggi il dossier

Lampedusa

Le parole non bastano più. Ma dobbiamo trovarle per gridare vigliacchi a coloro che hanno approvato le politiche di contrasto dell’immigrazione, a causa delle quali il 3 ottobre 2013 si è compiuta l’ennesima strage. Dobbiamo trovarle per pretendere diritto di asilo europeo e missioni interforze di salvataggio

Leggi il dossier

Reinventare la vita dal lavoro

Le fabbriche recuperate sono ovunque una breccia nel muro del capitalismo, in grado di mettere in discussione la relazione tra «padroni» e «lavoratori». E di provocare un corto circuito intorno all’idea tradizionale di lavoro. articoli, documenti, bibliografie, video

Leggi il dossier

Bom dia, Brasil

Tutto sembrava filare col vento in poppa. Il governo progressista vantava i suoi successi: una potenza continentale e planetaria e 40 milioni di persone fuori dalla povertà. Il Mundial e le Olimpiadi alle porte. E invece la gente comune è scesa in strada indignata

Leggi il dossier

Rana Plaza, una strage senza precedenti

Il più grave «incidente» nella storia dell’industria nel mondo. Nel palazzone imploso il 24 aprile 2013 a Dhaka (Bangladesh) avevano sede 5 fabbriche tessili, con 3.000 lavoratori, per lo più donne. I corpi recuperati sono 1.127. Tra le aziende che commissionavano il lavoro (28) anche Benetton

Leggi il dossier

Forum sociale mondiale a Tunisi

A sorpresa, niente «dichiarazioni finali» all’assemblea dei movimenti: mille giovani tunisini e tunisine, tra canti e parole hanno gridato: «Voi scrivete pezzi di carta, noi abbiamo cominciato una rivoluzione». Il Forum si è chiuso con la marcia di solidarietà con il popolo palestinese

Leggi il dossier