Archivio delle tag: terrorismo
isi

Il suicidio

La violenza fisica contro se stessi è un progetto di cambiamento del "sè" troppo radicale, alimentato da un’angoscia di trasformazione che nega il valore dell’attesa, dello sforzo necessario a dare forma a emozioni e relazioni
Leggi tutto
po

Un passo dopo l’altro…

Vivremo come topi. Sino a quando non ci troveremo a vivere come la gente d'Aleppo apparentemente all'improvviso
Leggi tutto
tir

La campagna elettorale dell’Isis

Fondamentalisti e nazionalisti si muovono in modo speculare
Leggi tutto
gty_muslims_react_07_mm_151116_16x9_1600

Da dove viene la follia della violenza

Vediamo l'esito di processi globali che sono cominciati da decenni
Leggi tutto
bachaposh

Paura, libertà e pazienza

Aderire a un’istituzione “totale” come l'Isis è una scorciatoia con cui, a un costo altissimo, evitare le paure che accompagnano la libertà. C'è bisogno di relazioni, di tempo, di conflitti per trasformare, senza scappare, quelle paure
Leggi tutto

L’oscena ipocrisia di fronte al Sultano

Ora il mondo ha scoperto la repressione di Erdogan. Un teatrino
Leggi tutto
parigi-black-lives

Black lives matter Paris

In Francia la rabbia delle periferie “nere e musulmane” monta
Leggi tutto
13835844_521125511409816_1648846130_o

Parlare di terrorismo ai bambini

Da Nizza a Monaco: come favorire il senso critico tra i più piccoli?
Leggi tutto
abstract1

L’esercito dei perdenti

di Marco Bascetta* Cosa avesse davvero in testa il giovane attentatore di Monaco di Baviera non lo sapremo mai. La conclusione suicida della sua avventura non lascia spazio che al gioco delle illazioni analitiche. Ma in fondo non è poi così rilevante. Quello che è certo è che, come il diciassettenne accoltellatore afghano (forse pachistano) del […]

Leggi tutto

Ma come facciamo a restare sereni?

di Enrico Euli* “Volevamo solo passare una serata serena, ad ascoltare musica, con gli amici…”. Stai sereno, come diceva quello. Com’è che stiamo sereni, che restiamo sereni, davanti a tutto quello che accade, almeno sino a quando non ci colpisce direttamente? Anestetizzandoci con alcool, droghe, ambient music e calcio, in primo luogo. E immergendoci in quella forma di follia […]

Leggi tutto