Una zuppa per Non una di meno

Condividere cibo buono, è noto, resta uno dei modi più belli con cui ricostruire relazioni e territori. Se quel cibo è una piatto popolare conosciuto in tutto il mondo, come la zuppa, se intorno alla zuppa nasce perfino un festival, e se il teatro di questa bizzarra festa è la Città dell’utopia (uno degli spazi sociali che a Roma alcuni vorrebbero chiudere) allora è naturale dedicare il festival a un grande movimento come Non una di meno. Domenica 9 aprile al Casale Garibaldi, la casa della Città dell’Utopia, torna il X Festival internazionale della zuppa di Roma (Comune è tra i media partner dell’iniziativa)

di Nicoletta Cartocci, Città dell’Utopia

Domenica 9 aprile 2017 si svolgerà presso il Casale Garibaldi, sede de La Città dell’Utopia, la decina edizione del Festival Internazionale della Zuppa di Roma. Prima di approdare a Roma nel 2008, il Festival Internazionale della Zuppa si è fatto le ossa in giro per il mondo partendo da Lille nel 2001 e attraversando in seguito anche Berlino, Cracovia, Barcellona, Madrid, Francoforte e infine Bologna nel 2004.

Il Festival tenta di creare un momento di socialità intorno a un piatto tipicamente popolare e conosciuto in tutto il mondo, mentre i partecipanti al contest zuppesco si contendono l’ambito “mestolo d’oro”. La zuppa è un piatto presente in tutte le tradizioni culinarie del mondo, quasi un filo conduttore che lega tra loro geografie distanti, sottolineando i tratti comuni tra culture locali e al tempo stesso la loro unicità. Il suo carattere popolare è legato a una preparazione che trascende classi e frontiere, poiché bastano ingredienti tra i più umili e basilari per creare una zuppa unica e gustosa: come una comunità in cui ciascuno apporta il suo contributo per il raggiungimento di un risultato comune, e nessuno è più importante dell’altro e dell’altra.

Per noi la zuppa è quindi un alimento che viene dal basso e a sinistra, come sono soliti dire le compagne e i compagni zapatisti. Per questo motivo non possiamo concepire il Festival senza un legame con il mondo e con i territori, con le loro resistenze e loro sfide. Due anni fa ci eravamo soffermati sul grande bluff di Expo; lo scorso anno abbiamo dedicato il Festival a tutte quelle realtà associative e spazi sociali di Roma colpiti da ingiunzioni di sgombero, molti dei quali portati a termine, nonostante negli anni abbiano creato socialità, recuperato luoghi degradati dall’abbandono, promosso cultura e sport accessibili a chiunque, continuando a rendere vivi i quartieri della città di Roma: una questione che ancora oggi rischia di cancellare il patrimonio sociale e culturale della città.

La decima edizione del Festival della Zuppa vuole essere dedicata e sostenere il movimento globale “Non una di meno”. Crediamo che l’autodeterminazione femminile sia l’unico strumento per porre fine a discriminazione, violenza e ingiustizia di genere. In una società chiusa e bigotta in cui la violenza sulle donne assume forme strutturali (sul lavoro, nella sanità, nell’istruzione), vogliamo aprire uno spazio libero in cui sia possibile rivoluzionare relazioni e dinamiche di genere, anche attraverso giornate come questa. Ci rivolgiamo quindi a tutte quelle realtà sociali che operano per una trasformazione della società nell’ottica dell’autodeterminazione femminile, che l’8 marzo hanno gridato a voce “Non una di meno!”, e le invitiamo a gareggiare al contest zuppesco, a raccontarsi e a portare tutta la loro ricchezza.

Aspettiamo tutte e tutti voi, sia come assaggiatori che come cuochi. I cuochi partecipanti si contenderanno quattro premi molto ambiti: il mestolo d’oro, il mestolo d’argento, il cucchiaio di legno e il premio del riciclo assegnato dalla giuria bambini. Ad arricchire la giornata ci saranno concerti, artisti di strada, laboratori per tutte le età, spettacoli di teatro, giochi per grandi e piccini.

.

#ZuppeDiOgniGenere

Per informazioni: zuppa@lacittadellutopia.itwww.lacittadellutopia.it

Facebook: X Festival Internazionale della Zuppa di Roma

Tags:, , ,

Nessun commento

Lascia un commento