Sei minuti

Una parte degli aderenti a MI Fido di Noi, promosso da Des Brianza, durante la Festa di lancio del sistema comunitario di scambio (giugno 2016)

.

di Paolo Cacciari*

Ora vi insegno un modo per mettere in circolazione beni e servizi senza fare uso di denaro; quello che si sono inventati al Distretto dell’economia solidale di Monza e della Brianza. Prendete un pezzo di carta e tracciate due colonne. Su una colonna scrivete tutte le cose di cui avreste bisogno, sull’altra tutte le cose che potreste cedere, imprestare, costruire, fare. Per esempio: lezioni di inglese e di musica, un maglione per l’inverno e una tenda da campeggio per l’estate, un computer ancora buono e l’ospitalità di una settimana in casa vostra, una giornata di lavoro nei campi o di assistenza domiciliare… Postate tutto sulla piattaforma Mi Fido di Noi e vedete se c’è qualche cosa che fa per voi.

Fin qui, niente di nuovo: si chiama baratto asincrono e vi sono molte piattaforme che aiutano ad intermediare domanda e offerta. Ora però attribuite un valore alle vostre mercanzie e alle vostre prestazioni. Il Distretto brianzolo ha stabilito che l’unità di conto usata per misurare gli scambi – chiamata Fido – sia basata sul tempo, perché è molto democratico essendo uguale per tutti: sei minuti corrispondo ad un Fido, un’ora a dieci Fidi.

Il Fido non è convertibile in nessun modo in euro, ma per facilitare i conti si può pensare che un Fido equivalga indicativamente ad un Euro. Per le transazioni non si usano banconote. Ogni partecipante al circuito comunitario di scambio è intestatario di un conto corrente personale gestito via web (e presto anche dagli smartphone) tramite la piattaforma informatica messa a punto dalla cooperativa Sargo (Rete Mutuo Credito). Al momento dell’ingresso nel sistema (chiamiamolo “fidopoli”) la “zecca della comunità” accredita a favore di ogni partecipante 300 Fidi. Giusto per iniziare. Non sono ammessi conti in rosso per più di 500 Fidi. Acquisti e vendite devono essere in equilibrio. Accumulare Fidi senza rimpegnarli non ha senso economico. Tanto varrebbe donare. Ma non ci si può nemmeno indebitare. I Fidi sono una “moneta a credito”, non a debito.

Il regolamento interno stabilisce che se si generano situazioni debitorie i gestori del sistema si attivano per verificare i motivi e adottare misure di rientro (rateizzazioni, fondo fiduciario) oppure l’esclusione dal circuito. A pochi mesi dall’avvio Mi Fido di Noi ha già centodieci partecipanti attivi.

ARTICOLI CORRELATI

Una moneta nuova di zecca per Barcellona Stefano Caffari

Sergio Venezia è tra i promotori del progetto (che ha avuto anche un supporto della Fondazione Cariplo) e vede l’iniziativa come la formazione di “un grosso gruppo di mutuo aiuto, un sistema per attivare le competenze e il saper fare che vi è in ognuno di noi e che l’economia dei soldi non premia. Un pretesto per poterci dire grazie”.

Mi Fido di Noi è un’evoluzione del modello delle Banche del tempo, mira a fare rete con le imprese dell’economia solidale (botteghe del commercio equo e solidali, produttori biologici, cooperative sociali) ed è a tutti gli effetti una moneta virtuale complementare locale.

.

* Autore di articoli e saggi sulla decrescita e sui temi dei beni comuni (l’articolo di questa pagina è stato pubblicato anche su Left), ha aderito alla campagna Facciamo Comune insieme. Il suo ultimo libro è “101 Piccole rivoluzioni. Storie di economia solidale e buone pratiche dal basso” (Altreconomia). “Vie di fuga” (edito da Marotta&Cafiero) – un saggio splendido su crisi, beni comuni, lavoro e democrazia nella prospettiva della decrescita – è invece leggibile qui nella versione completa pdf.

Tags:, , , , ,

2 Risposte a “Sei minuti”

  1. Marco Giustini
    20 marzo 2017 at 19:38 #

    Mentre siamo già alle criptomonete di seconda generazione, il DES della Brianza con circa trent’anni di ritardo rispetto ai paesi europei in pratica fa i LETS, che come noto funzionano solo in piccole comunità basate sulla fiducia personale su base territoriale. E quindi sono inservibili come strumenti di cambiamento sociale massivo.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Un mondo diverso – Diario di Viaggio di Daniele Dal Bon - 17 marzo 2017

    […] SEI MINUTI Possiamo mettere in discussione il dominio del denaro in molti modi. In Brianza lo fanno con Fido, una moneta virtuale complementare locale, un’evoluzione delle Banche del tempo. L’unità di misura? Sei minuti PAOLO CACCIARI […]

Lascia un commento