Mal di macchina. Stop gas di scarico

Tratta dalla pagina facebook Bike to school Rome

di George Manbiot

Scrivo questa breve scheda informativa per una scuola locale che soffre di alti livelli di inquinamento dell’aria, in parte causato dai genitori, che a volte accompagnano in macchina i figli anche per cento metri di strada. Parte del problema è che molte persone non sono consapevoli del legame tra inquinamento e salute.

Quando ho cercato una sintesi – in un linguaggio semplice e chiaro, comprensibile dalla maggior parte dei genitori – sui danni che l’inquinamento da traffico può causare ai bambini, non sono riuscito a trovarne nessuna. Né c’è qualcosa del genere nelle campagne sui trasporti che ho consultato. Così ho deciso di scriverne una da solo.

Sentitevi liberi di riprodurla, adattarla e usarla come desiderate. Fatemi anche sapere se e come può essere migliorata.

ARTICOLI CORRELATI

Se lo ritenete utile, potreste chiedere alla vostra scuola di farla circolare tra i genitori per e-mail o social media, o stampare e appendere, ad esempio nelle porte delle aule, dove può essere vista.

Se riusciamo a dargli un’ampia diffusione nelle scuole, potremmo fare una differenza concreta per la salute dei nostri bambini (e del resto della popolazione).

.

Cosa fanno i gas di scarico ai nostri bambini

Ogni anno scopriamo qualcosa di più sui danni ai nostri bambini prodotti dai gas di scarico di auto e altri veicoli.

Più impariamo, e peggio sembra. Nei posti inquinati, il danno alla loro salute può essere davvero serio.

Ecco cosa sappiano ora a proposito dei danni che i gas di scarico posso provocare ai bambini.

Possono danneggiare la crescita dei loro polmoni. Questo significa che i polmoni dei bambini che sono stati affetti non lavorano così bene. Il danno può durare per il resto delle loro vite.

Aumenta il rischio di asma e allergie. Per i bambini che già soffrono di asma, l’inquinamento la può peggiorare.

Può danneggiare lo sviluppo del loro cervelli. L’inquinamento dell’aria può ridurre l’intelligenza dei bambini, rendendogli più difficile l’apprendimento.

Può cambiare il loro comportamento e ridurre la loro felicità. L’inquinamento dell’aria è stato collegato ad ansia e depressione e alla Sindrome da Deficit da Attenzione.

Aumenta il rischio di malattie cardiache nel corso delle loro vite.

Può causare cancro, sia nei bambini che quando poi diventano adulti. Anche i nascituri possono essere colpiti dall’inquinamento che le loro madri respirano. L’inquinamento dell’aria è legato alle nascite di bambini prematuri e sotto peso.

L’inquinamento all’interno della vostra macchina può essere molto peggio che fuori, perché i fumi sono concentrati in uno spazio piccolo. Accompagnandoli in macchina a scuola e sedendo nelle nostre macchine con i motori accesi, stiamo aiutando ad avvelenare i nostri stessi bambini.

Noi non abbiamo intenzione di fare questo ai nostri bambini. Ma una volta che sappiamo quanti danni stiamo facendo, possiamo smettere, cambiando il modo di viaggiare. Camminare e usare la bicicletta è l’ideale.

Gruppi come Living Streets possono aiutare le scuole a ribaltare la situazione. Insieme possiamo proteggere i nostri figli dal male.

.

* Fonte originale monbiot.com, traduzione per comedonchisciotte.org a cura di Gaia Galassi (che ringraziamo)

.

DA LEGGERE

Scarica subito il quaderno Un movimento a pedali (edizioni Comune)

Tags:, , ,

Iscriviti e seguici

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti.

2 Risposte a “Mal di macchina. Stop gas di scarico”

  1. Roberto Renzoni
    19 marzo 2017 at 06:32 #

    Bravo George, diffondo l’inserto a chi si occupa di salute e di scuola.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Un mondo diverso – Diario di Viaggio di Daniele Dal Bon - 17 marzo 2017

    […] MAL DI MACCHINA. COSA FANNO I GAS DI SCARICO Una breve scheda da leggere con attenzione e far circolare soprattutto tra i genitori per e-mail, social media, e magari stampare e appendere sulle porte delle aule delle scuole. “Una volta che sappiamo quanti danni stiamo facendo, possiamo smettere, cambiando il modo di viaggiare…” GEORGE MONBIOT […]

Lascia un commento