Lidl, lettera agli studenti

di Matteo Saudino*

Cari studenti,

quando vi chiedete come sia stato possibile Auschwitz, guardate le facce dei due lavoratori della catena di supermercati Lidl, che hanno rinchiuso le due donne rom in un container. Poi ascoltate le loro risa e le loro parole.

Cari studenti, se ancora non capite come sia stato possibile il genocidio di milioni di uomini, donne e bambini pensate che questi due lavoratori non sono cresciuti in una dittatura, bensì in una democrazia, frequentandone le scuole.

ARTICOLI CORRELATI

Cari studenti, ogni volta che affermate che certo odio e certa violenza siano un unicum irripetibile, guardate questo filmato e riflettete sul fatto che i due magazzinieri mentre facevano ciò hanno deciso serenamente di realizzare un video e poi di renderlo pubblico, suscitando l’entusiasmo e l’ammirazione di migliaia di altri cittadini, tra cui il leader di un partito che nei sondaggi è dato al 13 per cento.

Cari studenti quando pensate che la democrazia sarà per sempre, pensate che essa per vivere e fiorire ha bisogno di robusti anticorpi, di passione, di partecipazione, di pensiero critico e di legami sociali solidali. Se tutto ciò viene meno, allora giunge il tempo degli sciacalli e dei professionisti dell’odio che sulla crisi della democrazia costruiscono regimi fondati sulla paura, sull’ignoranza e sulla violenza.

.

* Insegnante di filosofia a Torino. Ha aderito alla campagna Facciamo Comune insieme. Qui altri suoi articoli

Tags:, , , , ,

17 Risposte a “Lidl, lettera agli studenti”

  1. Mauro
    25 febbraio 2017 at 10:53 #

    Cari studenti, quando vi chiederete come sia stato possibile che due lavoratori del lidl hanno rinchiuso 2 donne rom in un container guardate le facce dei politici degli ultimi 30 anni che hanno permesso e permettono l’illegalità nel nostro paese in quanto l’obiettivo unico del loro mandato è stato ed è avere il potere per scopi personali senza minimamente agire per la comunità.

    Cari studenti, guardate in faccia una volta ancora chi ci amministra che non muove un dito per mantenere il decoro e la legalità nelle nostre città.

    Cari studenti, quando andate al supermercato e i vostri genitori devono fare lo slalom tra mendicanti (illegali) e venditori di pedalini (illegali) e sentirete pure apostrofare vostra madre e vostro padre come “razzisti” o “bastardi” o altro, giratevi dall’altra parte.

    ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc

    • 25 febbraio 2017 at 14:03 #

      Anche il nazismo e il fascismo furono il frutto avvelenato di errori politici, ma questo non ne giustifica le malefatte. Ai giovani a maggior ragione va insegnata la partecipazione, non l’antipolitica.

    • Pierpaolo
      25 febbraio 2017 at 15:47 #

      Cari studenti, quando vi dà fastidio un mendicante o un venditore di calzini, pensate che possa essere vostro fratello o un vostro parente. Perché è facile individuare come nemico quello che abusivamente vende calzini (illegale) o mendica (illegale?). Meno facile individuare il vostro nemico tra chi vi da lavoro con una paga ridicola (legale) chi fa apposite leggi che gli consentono di sfruttarvi (legale) magari guadagnando, grazie al vostro lavoro oltre 400 volte quello che guadagnate voi (legale) o quello che nulla fa per combattere la disoccupazione (legale), costringendo uno a vendere calzini e un altro a mendicare.

    • Matteo
      26 febbraio 2017 at 09:42 #

      Infatti, poiché ci sono atti di illegalità è normale rinchiudere due ladruncole, filmare e RIDERE mentre gridano

  2. Antonella
    25 febbraio 2017 at 11:44 #

    Non per questo bisogna arrivare a compiere atti schifosi come quello messo in atto dai due dipendenti Lidl……..in questi frangenti mi vergogno di essere italiana

  3. Carmen
    25 febbraio 2017 at 11:54 #

    Eh sono molto d’accordo, credo che
    chi era preposto non si sia
    adoperato per prevenire il fenomeno. Come ad esempio il livello di scolarizzazione della popolazione.
    L’indifferenza e la rassegnazione verso l’ignoranza e verso le incapacità genitoriali non sono altro che giardini di odio del futuro

  4. 25 febbraio 2017 at 11:55 #

    Vi invito a dare un occhiata all’estratto di questo film che racconta i rom in un modo diverso e spiazzante in contrapposizione alle valanghe di stereotipi e luoghi comuni… Cari studenti, prima di sparare a zero su popoli e culture diverse, prima imparate a conoscerle… https://www.youtube.com/watch?v=BSpyHJ5eqQ4

    • MAuro
      25 febbraio 2017 at 12:30 #

      Non si tratta di avercela con i rom in modo specifico ma con l’illegalità. Puo venire anche un antico egizio con una cultura grandiosa ma se fa qualcosa di illegale va perseguito altrimenti, è fisiologico ed umano, molte persone si sentiranno tenute a fare azioni fuori la legalità e sorgeranno leader che sfrutteranno la cosa.

      • Sandra
        25 febbraio 2017 at 20:58 #

        Allora chiamavano la polizia. Il fatto è che quelle donne non stavano copiendo un reato, ed in ogni caso nessuno si può ergere a giustiziere. Nessuna giustificazione

  5. Alessio
    25 febbraio 2017 at 14:52 #

    Buonasera. Se qualcuno di voi avesse sorpreso i ROM q rubare nella propria casa non avreste fatto niente? Avreste dato la colpa alla scarsa istruzione o alla scarsa integrazione etc etc? Secondo me invece avreste reagito e fatto di tutto per non farvi derubare. Quindi perché colpevolizzare o addirittura schifare i dipendenti della lidl?

  6. Leo
    25 febbraio 2017 at 17:24 #

    Queste due personaggi vanno condannati in democrazia ce la giustizia che punisce i crimini

  7. Angela
    25 febbraio 2017 at 19:06 #

    Mi fa schifo vedere i giovani che si divertono a prendere in giro i più deboli e la loro bravura a fotografare e a fare girare sui social per prendere applausi anche chi dice di volerci amministrare, come si fa avere fiducia da queste persone?

  8. FRANCESCO PAOLO MAGNO
    25 febbraio 2017 at 19:54 #

    Carissimo MATTEO SAUDINO, la DEMOCRAZIA è la più ipocrita forma di governo. I fautori della DEMOCRAZIA affermano che gli UOMINI HANNO EGUALI DIRITTI, ma consentono che nella società esistano gli OPPRESSI e gli SFRUTTATI !

  9. Paola
    25 febbraio 2017 at 20:44 #

    Ma perché dobbiamo confondere due cretini con due criminali? Ma quando parlate conoscete il significato delle parole che usate?

    • Simone
      26 febbraio 2017 at 23:13 #

      Si ricordi che il male si è nascosto in un imbianchino dai baffetti ridicoli. Faceva ridere.

  10. Alessandro
    25 febbraio 2017 at 22:44 #

    Questo buonismo non porta da nessuna parte in paese che tutela quelle bestie invece dei suoi cittadini. Se uno di loro ti entra im casa, per legge, non sei autorizzato a difendere la tua proprietà, anzi devi chiamare le forze dell’ordine (che arriveranno chissà quando, rilasciando la/le bestia/e) e startene buono buono e lasciarti derubare e magari minacciare o malmenare. Oh e magari pure accoltellare! Anche se poi vengono arrestati, dal momento che non hanno documenti, vengono rilasciatia breve. Il gesto dei ragazzi è stato un comportamento antisociale e su questo concordo, tuttavia la situazione non si sarebbe verificata se Lidl avesse assunto una guardia, che anche se con poteri limitati, forse avrebbe fatto da deterrente all’ attività illegale nella zona/area da parte delle “vittime” del video.

    • Riccardo
      26 febbraio 2017 at 00:16 #

      Quindi tu metti sullo stesso piano un furto con scasso con il frugare fra gli scatoloni rotti? No, giusto per sapere quanto sei mentecatto, e se poi insinui che quelle due donne andavano punite perché di un’etnia che da secoli si dedica al furto e l’accattonaggio per sopravvivere, allora sei proprio un nazista.

Lascia un commento