Seminare una cittadinanza diversa

Il conflitto, o meglio la gestione dei conflitti (tra coetanei, tra generazioni, tra “culture”…), e i nuovi stili di vita comunitari (orti urbani, ciclofficine, Gas, banche del tempo, Mag, spazi sociali autogestiti…), sempre più spesso favoriscono partecipazione e trasformazione sociale. Un ciclo di seminari a Roma

«L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio»

ber

Community garden a Berlino

Partecipazione e conflitto, come molte altre parole, sembrano termini sempre più svuotati di senso. Tuttavia, restano al tempo stesso due fari che possono illuminare lo sforzo di molti cittadini e collettivi. Vale la pena allora conoscere meglio questi universi e cercare per quelle parole nuovi signiticati.

Affrontare il tema del conflitto, ad esempio, è prima di tutto approfondire il tema della cooperazione e della gestione dei conflitti tra coetanei, tra generazioni, tra “culture”, tra Stati. Scrive Daniele Novara del Centro psicopedagogico per la pace di Piacenza: “L’idea forte su cui si basano (le ultime ricerche del Cpp, ndr) è che la vio­lenza non sia una con­se­guenza della ten­sione ma che vice­versa la vio­lenza, come la guerra siano una con­se­guenza dell’incapacità di gestire la ten­sione, anzi addi­rit­tura di una nega­zione del con­flitto stesso” (qui l’articolo completo Il decalogo del buon conflitto).

12967994_10209313598579970_3438173564843807300_o

Parigi, Nuit debout (foto di Francis Azevedo)

Il tema della partecipazione, invece, mette insieme sia i tentativi di costruire forme nuove di democrazia partecipativa (in cui i cittadini prendono parte al governo della città per mezzo di assemblee nelle quali contribuiscono con proposte e osservazioni alle scelte e alle decisioni dell’amministrazione pubblica), sia i modi differenti con cui gruppi di cittadini scelgono di costruire qui e ora qualcosa di diverso e di gestito dal basso: dagli orti urbani alle banche del tempo, dai Gruppi di acquisto solidali alle ciclofficine, dalle botteghe del commercio equo e solidale passando per le Mutue per l’autogestione, ludoteche e biblioteche, esperienze di decrescita (leggi Educare alla decrescita), mercati del contadino e dell’usato, più in generale gli spazi sociali e culturali autogestiti, solo per fare qualche esempio.

Intorno a questi temi si muove il ciclo di seminari “Cittadinanza attiva” (titolo completo Cittadinanza attiva. Forme della negoziazione sociale ed istituzionale e procedure partecipative) promosso a Roma dall’associazione La Strada* (in collaborazione con Comune) nell’ambito delle attività della Scuola del Sociale di Città Metropolitana di Roma Capitale (ex Provincia di Roma). Partendo da una lettura delle crisi in atto (ambientale, sociale, economica), i seminari cercano di mostrare come i nuovi stili di vita, singoli e collettivi, possono diventare strumenti in grado di favorire vera partecipazione e cambiamento sociale: il breve ciclo di seminari cercherà di indagare, in particolare, le motivazioni e le condizioni con cui è possibile sperimentare, in quanto singoli cittadini e nuclei familiari, cambiamenti importanti nella vita di ogni giorno.

La partecipazione alle attività formative proposte dalla Scuola del Sociale è gratuita (requisiti d’accesso: laurea triennale o specialistica o diploma di scuola media superiore). Il ciclo di seminari prevede quattro appuntamenti: venerdì 3, 10, 17, 24 febbraio 2017 (dalle ore 14 alle ore 17), presso le aule della Scuola del Sociale a Roma (in via Cassia 472).

Per iscriversi al ciclo di seminari è possibile scaricare i moduli da questa pagina, da inviare compilati (insieme a una fotocopia di un documento di identità) alla Scuola del Sociale, tramite mail scuoladelsociale@provincia.roma.it) o fax.

mmm2

È possibile presentare la domanda di iscrizione esclusivamente a mezzo posta elettronica
La domanda di iscrizione, redatta secondo il modello presente sul sito di Capitale Lavoro (www.capitalelavoro.it) nella sezione MODULISTICA delle NEWS AREA FORMAZIONE (moduli), deve essere corredata dalla fotocopia di un documento d’identità in corso di validità e del permesso di soggiorno per i cittadini extra UE.

La domanda deve essere presentata entro il 31 gennaio 2017.

Programma completo:
.
1) Negoziazione è… cooperazione, gestione del conflitto
Cos’è la negoziazione, Quando serve negoziare, Saper gestire il conflitto tra coetanei, tra generazioni, tra “culture”, tecniche e simulazioni in aula.
2) Negoziazione è… ricomporre le relazioni sociali attraverso nuovi stili di vita comunitari
La negoziazione sociale come strumento per creare relazioni e “Nuovi stili di vita”.
Cosa sono, quando sono definibili “comunitari” e come avviare esperienze di: orti urbani, guerrilla gardening, banca del tempo,gruppi di acquisto solidali, ciclofficine, botteghe del commercio equo,
Mag–Mutue per l’autogestione, ecc.
3) Partecipazione come autopromozione sociale
Come organizzare un’iniziativa per bambini, come promuovere un’azione diretta, come organizzare un evento cittadino.
4) Partecipazione e istituzioni
Forme di democrazia partecipativa

LA PARTECIPAZIONE È GRATUITA

Per ulteriori informazioni e chiarimenti rivolgersi a: Capitale Lavoro S.p.A. via Beniamino Franklin n. 8
– 00153, Roma Tel. 06-85358322 Fax 06-8541473 e-mail: formazione@capitalelavoro.it
http://www.capitalelavoro.it/archivio-notizie-scuola-del-sociale/
.
*Da più di dieci anni l’associazione La Strada di Roma è impegnata sui temi del consumo critico. Oltre a promuovere la nascita di una bottega del commercio equo e solidale e di diversi Gruppi di acquisto solidale e orti urbani, La Strada ha realizzato iniziative di formazione nelle scuole e sul territorio, curando tre edizioni della Fiera della editoria della pace del Lazio e la guida sociale Roma acqua e sapone (edita da Intra Moenia).

Tags:, , , ,

Nessun commento

Lascia un commento