Un’altra strada, a Bruxelles

Autrement
 di economiasolidale.net
.
“Un’altra strada (con la verdura)” è un film-documentario che racconta l’esperienza della rete Gasap (Gruppi d’acquisto solidale dell’agricoltura contadina) di Bruxelles. La rete è composta da piccoli gruppi di cittadini che pagano in anticipo prodotti di contadini locali e comprano principalmente cassette di verdura. Sono gruppi che quando raggiungono quaranta famiglie di consum-attori si dividono (sciamano) in due gruppi da venti, per mantenere numeri piccoli, necessari a garantire una conoscenza diretta.
.
A sua volta, la rete è coordinata da delegati di ciascun gruppo (sempre diversi, mai cariche fisse) che portano le loro mozioni al livello di assemblea di tutta la città. In quella sede vengono prese delle decisioni che vengono riportate da delegati in assemblee di ciascun piccolo gruppo. Solo se passano le assemblee dei gruppi di base tali decisioni poi vengono approvate in successive assemblee cittadine. Questo flusso decisionale in avanti e indietro viene descritto con la metafora del “respiro”.

Autrement (avec des légumes) di Anne Closset (Belgio 2015) indaga se il progetto Csa (Agricoltura Supportata dalla Comunità), che propone un nuovo modello di rapporto tra consumatori e agricoltori, abbia il potere di cambiare la società.

Qui sotto trovate il trailer di presentazione del film (in francese).

 

Fonte: economiasolidale.net

Tags:,

2 Risposte a “Un’altra strada, a Bruxelles”

  1. 5 aprile 2016 at 22:39 #

    Il 1° giugno a Mantova al cinema del Carbone sottotitolato in italiano
    http://www.economiasolidale.net/content/unaltra-strada-con-la-verdura

  2. Alessandra
    25 aprile 2016 at 16:48 #

    Ho fatto diverse ricerche su vari siti di “G.A.S” (Gruppi Acquisto Solidale) ma purtroppo la ricerca sul territorio è molto difficile e purtroppo nella mia città/provincia/regione non se ne trovano affatto.
    Di certo non in un raggio di km ragionevoli.
    Peccato!!!

Lascia un commento