Il racconto dei sikh a Roma

Pix_4_1

di Adamo Banelli

Gli inni sacri iniziano e proseguono per tutta la processione, da Piazza Vittorio a Santa Maria Maggiore, poi lungo via Merulana e di nuovo verso la piazza. È Nagar Kirtan, ed è la festa di Visakhi per la comunità sikh di Roma. Alla testa del corteo i cinque Panj Pare, i cinque amati dal guru, guidano il cammino, scalzi, mentre altri uomini liberano la strada dalla polvere e cospargono petali di fiori.

Pix_26_2

Si sono riuniti nel centro del quartiere Esquilino, storicamente il quartiere multietnico di Roma, per celebrare la festa del raccolto; hanno pregato e ricevuto la benedizione presso il libro sacro, il Guru Granth Sahib, ed ascoltato gli inni sacri.

Dei Sikh si parla poco, meno ancora di quanto vengono sfruttati nelle campagne dell’agro romano.

La religione Sikh nasce 546 anni fa, fondata da Guru Nanak Dev Ji; originario dell’odierno Pakistan, fondò un credo religioso che si differenziava profondamente dalle religioni tradizionali della regione (monoteismo, ma anche uguaglianza tra uomo e donna, superamento della divisione in caste) e che ha il suo centro odierno nel Punjab.’

 

 Galleria fotografica curata da Adamo Banelli

 

Tags:, ,

Iscriviti e seguici

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il racconto dei sikh a Roma | OverTheDoors News Stream - 22 aprile 2015

    […] By benicomuni […]

Lascia un commento