Mi fido di questi maestri…

ab

di Francesco Tonucci*

“Ho detto ai genitori che essendo i bambini tutti diversi, non mi sento capace di valutarli con un numero. La gratifica del voto del fare perché mi dai qualcosa, oltre ad essere una valutazione negativa del lavoro, potrebbe suscitare spiacevoli situazioni: il “bravo” potrebbe diventare superbo, l’incerto invidioso e insicuro. Inoltre con il voto si giudicano aspetti secondari (l’ordine, la correttezza formale, in genere esercizi scritti) e non i numerosi momenti comportamentali vissuti nella giornata. Infine, usando la stessa misura per tutti i bambini, che non sono allo stesso punto del processo evolutivo, l’uso del voto diventa una ingiustizia”.

Mario Lodi, Lettera ai genitori dopo la prima settimana di scuola in prima elementare.

“A poco a poco abbiamo scoperto che questa è una scuola particolare: non c’è voti, né pagelle, né rischio di bocciare, né ripetere. Questa scuola senza paure, più profonda e ricca, dopo pochi giorni ci ha appassionato ognuno di noi a venirci”.

Lettera dei ragazzi della scuola di Barbiana di Lorenzo Milani ai bambini del Vho della classe di Mario Lodi.

.

Alberto Manzi si rifiutava di dar voti o giudizi e per questo, caso rarissimo, forse unico, nella storia della scuola italiana, è stato punito con la sospensione dello stipendio per due mesi. Dopo questo fatto fece realizzare un timbro con il quale poneva sulle pagelle questo giudizio: “Fa quel che può, quel che non può non fa”. E siccome un ispettore ritenne offensivo l’uso del timbro, il maestro Manzi cominciò a scrivere a mano: “Fa quel che può, quel che non può non fa”.

Sinceramente mi fido di più di questi maestri che dell’opinione dei nostri ministri. Sarebbe ora che la formazione dei nuovi maestri avvenisse studiando i grandi maestri che la scuola italiana e straniera hanno avuto.

 

Articolo pubblicato (con il titolo originale di “A proposito dei voti a scuola”) in uno dei siti gestiti dall’associazione Gessetti colorati, nata su iniziativa di alcune insegnanti di Pavone Canavese (Torino).

 

* Pedagogista e disegnatore, è autore di numerosi libri sul ruolo dei bambini nell’ecosistema urbano (il più noto “La città dei bambini”, Laterza) e articoli su riviste italiane e straniere.

 

 

DA LEGGERE

Il voto divide. Il voto non è il volto Rosaria Gasparro

Una scuola senza voti e merito Claudia Fanti

Meritocrazia? No, grazie Lorenzo Guadagnucci

Tags:,

4 Risposte a “Mi fido di questi maestri…”

  1. Claudio Tosi
    20 febbraio 2015 at 18:13 #

    Resistere alla semplificazione e descrivere le scelte è una delle caratteristiche di ogni educazione che miri al pieno dispiegarsi delle personalità invece che al corretto sviluppo delle professionalità. (Dove corretto non sta per giusto, ma proprio per “corretto”).

  2. 25 febbraio 2015 at 07:53 #

    “È delitto fare parti uguali, tra disuguali”.
    (don milani)

    Credo che alle prossime riunioni su valutazione oggettiva, raccolta dati statistici, guarderò con maggior “tenerezza” le colleghe che si sperticano per far finta di crederci, quelle che si allineano per timore di far rumore, e quelle che battono i tacchi!

    Le persone (per fortuna) sono diverse, intrinsecamente. La scuola deve renderle felici e dare strumenti per incamminarsi nella vita. Abilità per costruirsi gli strumenti per partire, ciascuno, per il proprio viaggio.

    Di curricula, programmi e direttive nazionali non voglio proprio più preoccuparmi

    Arrivato a questo punto della mia vita oso dire che sono davvero POCHISSIME le nozioni apprese sui libri che sono risultate indispensabili alla mia vita sociale o lavorativa. Molto più han fatto le relazioni, gli stimoli, gli esempi, le atmosfere, le esperienze.

    Poi se uno è entusiasta e motivato … nell’apprendistato si imparano le tecniche le procedure le letture dei dati, le nomenclature.
    Ma se ci arrivi sfiduciato è finita: Il dato prende il sopravvento sul significato.

  3. Sonia
    26 febbraio 2015 at 14:38 #

    il mio contributo sul tema
    http://www.bambinonaturale.it/2015/02/bambini-scuola-pagella/

Trackbacks/Pingbacks

  1. Mi fido di questi maestri… | OverTheDoors News Stream - 20 febbraio 2015

    […] By Citta invisibile […]

Lascia un commento