Ora so

paece

Mural della Pualas Elementary School di Don Carlos/Bukidnon, Filippine

 

Le bambine e i bambini della classe 3C della scuola pubblica di San Michele Salentino (Brindisi), insieme alla maestra Rosaria Gasparro, si sono messi a fare una ricerca per conoscere le storie di Malala Yousafzay e di Kailash Satyarthie, premi Nobel per la Pace 2014. Questo è quello che hanno scritto insieme subito dopo.

pace

Non sapevo di tanti bambini che non vanno a scuola.

Non sapevo che nella valle di Swat, dove viveva Malala, alle bambine è proibito andarci.

Non sapevo di tanti bambini che lavorano come schiavi.

Non sapevo che sono 58 milioni.

Non sapevo che nel mondo ci fossero tanti cattivi.

Non conoscevo la parola “sfruttamento”.

Non conoscevo i talebani.

Non sapevo che c’era il Premio Nobel per la Pace.

Non sapevo che quest’anno l’hanno ricevuto una ragazzina pakistana, Malala, musulmana, e un signore indiano, Kailash, indù.

Non sapevo che i loro paesi sono in guerra.

 

Sapevo però che le femmine e i maschi hanno gli stessi diritti.

Sapevo che la pace fa bene e la guerra fa male.

 

Ora so che nel mondo ci sono delle ingiustizie.

Ora so che nel mondo ci sono persone come Malala e Kailash che le combattono.

Ora so che io sono fortunato: vado a scuola e non lavoro.

Ora so che bisogna difendere i più deboli.

Ora so che ci vuole coraggio per cambiare ciò che non va.

Ora so che anche la paura si può affrontare.

Ora so che nel mondo, come nelle fiabe, ci sono i buoni e i cattivi, e che i cattivi possono perdere.

 

Le bambine e i bambini della classe 3C

10358926_908532479189768_7209669789176849821_o

.

L’adesione di Rosaria alla campagna di Comune-info “Ribellarsi facendo”

Per seguire Comune-info con la newsletter cliccate qui

 

:

DA LEGGERE

La scuola cambiata dai bambini

Tags:, , ,

Nessun commento

Lascia un commento