Annodi, pensi, giochi e smonti

y3

“Ho giocato tra gli alberi con delle semplici corde… Il senso di meraviglia è uno sguardo diverso, una pausa nella frenetica quotidianità”, scrive Marianna Vaccalluzzo di Torino. Piccoli ma anche grandi (come Marianna), hanno partecipato nel fine settimana alle attività (arte, teatro e laboratori) promosse a La Yurta nel bosco, spazio naturale, immerso in un vero bosco vicino ad Arona (Novara), che fa da sfondo a laboratori e iniziative per lo più rivolte a bambini. Uno spazio dove l’apprendimento non segue nessuna didattica preconfezionata, ma solo l’esperienza diretta, la condivisione e la creatività.

10153665_696644827059544_1432801277384886176_nSabato 5 è stato invece La Yurta ha partecipato al seminario “Il bambino al naturale” – organizzato da Il Bambino naturale, Pro Natura Torino e Iris (a Cascina Bert, Torino) – per conoscere le esperienze di asili nel bosco e di pedagogia nella natura, in particolare in Germania e in Italia. Nella prima parte della giornata è stato dato grande spazio al gioco con le corde insieme ad Alexandra Schwarzer (autrice di Giocare tra gli alberi, edito Il Leone Verde): con l’aiuto di corde e di qualche nodo, è infatti possibile fare installazioni tra gli alberi perchè i bambini possano giocare, cioè arrampicarsi, scalare, girare, stare in equilibrio, dondolare. Scrive Francesca di La Yurta nel bosco: “Un mondo! Abbiamo scoperto un mondo. Fare quei nodi e le  installazioni, è stato davvero illuminante: annodi, pensi, leghi, incroci, giri, giochi. Smonti, sleghi, riordini. Bambini e adulti, liberi, si sono arrampicati, sono scesi e, più o meno traballanti, tutti, hanno sperimentato un attimo di equilibrio”.

 

 DA LEGGERE E VEDERE

Fare scuola nel bosco

Apprendere ogni giorno tra alberi, neve, prati, sentieri. Accade in diversi paesi

Un’idea diversa di educazione

Un documentario discusso in tutto il mondo: trasformiamo l’apprendimento

 

Tags:, ,

Nessun commento

Lascia un commento