A scuola su due ruote

A quasi tutti i bambini prima o poi viene regalata una bici: il mezzo di trasporto più semplice e libero. Ma dove possono usarla? Quando? Spesso viene caricata sopra ad automobili che in weekend si affollano nei parcheggi in prossimità di parchi dove, finalmente, si può pedalare. A tempo determinato. Se non fa troppo caldo o troppo freddo. Tuttavia, in molte città genitori e bambini e hanno cominciato ad autorganizzarsi: un gruppo di genitori dell’Esquilino, a Roma, ad esempio, che da anni si impegna per cercare di rendere la propria scuola e il proprio quartiere luoghi diversi e più accoglienti, hanno iniziato a far andare i propri figli a scuola in bici

biketoschooldido7

di Anna Becchi

Il bambino che vive in città può giocare, correre e muoversi liberamente. Ma solo se resta nei confini. E solo se è ben controllato da un adulto. I confini cambiano a seconda del momento della giornata: la stanza, la casa, il marciapiede, la classe, il cortile, il giardinetto, la villa. Sempre sotto controllo, sempre dentro limiti precisi.

Il pedagogista Francesco Tonucci dice che limitare l’autonomia di spostamento dei bambini nei primi anni dello sviluppo – quelli più importanti – impedisce loro di vivere le esperienze di esplorazione, ricerca, scoperta e gioco necessarie a gettare le fondamenta su cui poi costruiranno tutte le loro conoscenze e le abilità successive. Meno sono autonomi, più saranno limitati.

C’è un oggetto che sembra l’icona assurda delle nostre contraddizioni: la bicicletta. A quasi tutti i bambini prima o poi ne viene regalata una: il mezzo di trasporto più semplice e libero per antonomasia. Ma dove la possono usare? Quando? Spesso viene caricata sopra ad automobili che in weekend si affollano nei parcheggi in prossimità di parchi dove, finalmente, si può pedalare. A tempo determinato. Se non fa troppo caldo o troppo freddo. A Roma neppure i grandi la usano per andare a lavoro, figuriamoci i bambini…

biketoschooldido3

Ma c’è un gruppo di genitori dell’Esquilino, a Roma, che da anni si impegna per cercare di rendere la propria scuola (genitorididonato.it) e il proprio quartiere luoghi diversi e più accoglienti rispetto allo standard metropolitano e di vivere l’esperienza di genitorialità in modo meno codificato, più libero. E che ha deciso di provare a far andare i propri figli a scuola… in bici!

Così nella settimana Europea della mobilità sostenibile ha inaugurato il primo “Bike to School” della Di Donato, con una cinquantina di bambini e adulti che si sono riuniti a Santa Croce in Gerusalemme, alcuni provenienti dal Pigneto, altri da San Giovanni, altri ancora da San Lorenzo, e da li’ sono partiti tutti insieme per la scuola, scortati per l’occasione addirittura da un gruppetto di vigili con la tenuta d’ordinanza da bicicletta.

L’esperienza è andata talmente bene che è subito venuta voglia di replicarla: si farà ogni ultimo venerdì del mese (allineandosi alla Critical mass dei grandi, per simpatia), per poi magari più in là farla diventare un’esperienza settimanale e poi anche quotidiana.

biketoschooldido6

Il prossimo appuntamento è per venerdì 25 ottobre alle 8 in punto di fronte alla chiesa di Santa Croce in Gerusalemme – dove c’è sufficiente spazio per raccogliersi prima di partire – e parteciperanno anche gli amici di Gazebike e #Salvaiciclisti per scortare i bambini.

Anche questa volta sono stati invitati a partecipare il sindaco e la presidente del I Municipio: sarebbe importante la loro presenza una di queste mattine insieme ai bambini. Il progetto infatti ha come traguardo finale un obiettivo ambizioso: chi vuole andare in bici a Roma non deve essere scortato come nei “Bike to School“.

I bambini saranno accompagnati dagli adulti nei prossimi appuntamenti, ma se l’amministrazione riuscisse a riservare e disegnare alcune corsie sulle nostre strade, chiudere al traffico aree sensibili, immaginare percorsi che colleghino scuole e piazze e riuscire a far ridurre la velocità di tutti gli altri mezzi, chissà che per questi bambini – i cittadini che abiteranno la Roma del futuro – quella che oggi è solo una mattina diversa e di festa non possa diventare la quotidiana esperienza di vivere in una città europea. Chissà…

 

Per informazioni: Bike to school 2013

A scuola in bicicletta! Genitori e bambini potranno venire a scuola in bicicletta in gruppo

Primo percorso – Appuntamento alle 8 in piazza di Santa Croce in Gerusalemme, davanti alla basilica.  Qui convergeranno il gruppo di ciclisti proveniente dal Pigneto e quello proveniente da San Giovanni. Si percorrerà via di Santa Croce in Gerusalemme e sono previste due fermate per raccogliere altri partecipanti. Prima fermata all’angolo con via Statilia ore 8,15 (congiunzione con il gruppo proveniente da San Lorenzo). Seconda fermata all’angolo con viale Manzoni ore 8,20. Arrivo previsto a scuola per le 8,30.

Secondo percorso – Appuntamento a santa Maria Maggiore alle 8, si scende per via Carlo Alberto. Prima fermata alle 8,15 a piazza Vittorio Emanuele (al cancello nord- di fronte a Via Carlo Alberto). Si percorrerà la piazza attraverso i giardini. Seconda fermata al cancello dei giardini dal lato di Via Conte Verde alle 8,20.  Arrivo previsto a scuola per le 8,30.

INDOSSATTE GIUBBOTTI FOSFORESCENTI (QUELLI CHE TUTTI ABBIAMO IN MACCHINA).
Si chiederà alla scuola di ospitare le biciclette dei bambini sotto i portici.
La mappa dei percorsi:
https://mapsengine.google.com/map/edit?mid=zUKBnEohWdqg.ktoxBlzKMa5M

LOCANDINA IN ALLEGATO: chi può la stampi e la appenda a scuola GRAZIE!

 BIKEtoSCHOOL25OTT13.pdf

 biketoschooldido9biketoschooldido2

Il Rione dei giochi

Per costruire città a misura di bambino e sperimentare una mobilità diversa bastano qualche pallone, delle reti, alcuni canestri e molti gessi. In maggio nel centro di Roma c’è una festa per grandi e piccoli alle prese con uno sport pericoloso: cambiare la città

Quel che resta del gioco

La mercificazione ha aggredito ovunque l’arte del gioco: i giocattoli sono diventati personaggi con storie e caratteri già definiti. I bambini hanno sempre meno possibilità di smontare e riassemblare, possono agire esclusivamente in funzione di proprietari, non di creatori

Le chiavi della scuola

I genitori di una scuola romana gestiscono alcuni locali per attività sociali

 

Tags:, , , ,

4 Risposte a “A scuola su due ruote”

  1. 25 ottobre 2013 at 17:11 #

    Noi andiamo a scuola a piedi!
    Tavola rotonda su PediBus e BiciBus, riorganizzazione urbana e politiche per la mobilità
    Venerdì 8 Novembre h16:30 Piazza Sauli

    Camminare da soli per esplorare il territorio, socializzare, sperimentare autonomia e fare attività fisica, ma anche per liberarsi dall’automobile, ridisegnare gli spazi pubblici con i nostri passi e partecipare attivamente al miglioramento della qualità della vita del territorio.

    Il 17 Settembre è partito il PediBus della Scuola Elementare Cesare Battisti, ogni martedì e giovedì gli alunni si danno appuntamento e accompagnati da genitori e volontari attraversano le strade di Garbatella su un percorso prestabilito, con tanto di fermate come un vero autobus.

    Un’iniziativa pensata e organizzata da bambine e bambini, mamme e papà, attivisti e maestri, che dopo un mese di sperimetazione autogestita invitano il territorio e la città a ragionare insieme sui benefici e sulle opportunità del PediBus (e del BiciBus), strumento educativo ma anche di riprogettazione urbana, capace di coinvolgere la scuola, le realtà attive nel territorio e le istituzioni di prossimità nella costruzione di una città a misura di bambino.

    Interverranno : Gianfranco Fantini – Ufficio Mobilità Ciclabile del Comue di Reggio Emilia, Paola Angelucci – Assessore Mobilità, Scuola e Lavori Pubblici Municipio RMVIII, Amedeo Ciaccheri – Consigliere Municipio RMVIII

    Organizzano Ciclofficina Popolare La Strada, MuovitiOttavo e Laboratorio Territoriale Play

    Per info: Myriam 3397214978 – Marta 3464196864 – csoalastrada@gmail.com
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=482746198512788&set=a.203481299772614.44869.203402973113780&type=1&theater

  2. 3 dicembre 2013 at 10:03 #

    Buongiorno sono un cicloamatore iscritto nella A.C. Giovanni Lepore Modugno Bari, voglio complimentarmi per la splendida iniziativa intrapresa, voglio anche comunicarVi che stiamo tentando con la ns. Associazione di organizzarla anche noi speriamo e confidiamo nella sensibilità di tutti, si accettano consigli specifici in merito per migliorare sempre di più. Grazie della vostra attenzione.
    cordialmente
    Vito Fiore

Trackbacks/Pingbacks

  1. A scuola su due ruote | Terracina Social Forum - 23 ottobre 2013

    […] Dal sito Internet http://comune-info.net/2013/10/bici-bus-roma/ […]

  2. Bike to school n. 2 | - 24 ottobre 2013

    […] sostenibile”. Per saperne di più, anche sull’iniziativa della Di Donato, vi segnalo anche quest’articolo di Anna Becchi su comune-info.net    Share Tweet (function() { var po = […]

Lascia un commento